TORNA ALLA HOME  
 
   

  SILVIA VEGETTI FINZI
vicepresidente
 

Laureata in pedagogia e specializzata in psicologia clinica presso l'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, è psicoterapeuta per i problemi dell'infanzia, della famiglia e della scuola.

Dal 1975 insegnante di Psicologia Dinamica presso l'Università di Pavia, fa parte del Comitato Nazionale di Bioetica</a> e dell'Osservatorio Permanente sull'infanzia e l'adolescenza.

Incaricata dalle Associazioni Iard e Van Leer negli anni '70 ha condotto un'indagine internazionale su i motivi del disadattamento scolastico.

Dal 1975 fa parte come docente del Dipartimento di Filosofia dell'Università di Pavia dove ha insegnato.

Nel 1980 è entrata a far parte del Movimento femminista impegnandosi nel lavoro intellettuale presso l"Università delle donne Virginia Woolf" di Roma e con il Centro Documentazione Donne di Firenze.

Nel 1990 è tra le fondatrici della Consulta di Bioetica.

Dal 1986 pubblica sul "Corriere della Sera" e, successivamente anche su Io donna e Insieme, articoli su rubriche di divulgazione e consultazione psicologica.

Fa parte del comitato scientifico delle riviste: Bio-logica, Adultità, Imago ricercae,  nonché dell'Istituto Gramsci di Roma, della "Casa della Cultura" di  Milano, della "Libera Università dell'Autobiografia" di Anghiari. È membro della "Società Italiana di Psicologia"; della "Société internationale d'histoire de la psychoanalyse". Vegetti Finzi è nota anche al grande pubblico per i suoi interventi  in televisione come esperta di problematiche psicologiche: in  particolare è titolare di una rubrica su Sky tv.

Nel 1998 ha ricevuto, per le sue opere sulla psicoanalisi, il premio nazionale "Cesare Musatti" e per quelle di bioetica il premio nazionale "Giuseppina Teodori".

Silvia Vegetti Finzi condivide da molti anni il lavoro intellettuale e l'impegno sociale con il marito Mario Vegetti, storico della filosofia antica.