Carlo Smuraglia  
  casa-della-cultura-milano      
   
 

IL SALUTO DEL PRESIDENTE NAZIONALE DELL'A.N.P.I


In occasione dei settant'anni della Casa della Cultura



Carlo Smuraglia


altri contributi:



  smuraglia-saluto.jpg




 

A.N.P.I.

ASSOCIAZIONE NAZIONALE PARTIGIANI D'ITALIA

COMITATO NAZIONALE

 

Il Presidente

Milano, 14 marzo 2016

Caro Ferruccio,

vedo che la Casa della cultura è arrivata al 70°anno di età: non è certamente vecchia, ma ormai si può considerare di lungo corso, perché sono tanti anni che occupa un posto rilevante e primario sul piano della cultura in una città che cresce in modo anche disordinato, ma non sempre dedica alla cultura il posto che le spetterebbe.

La Casa della cultura c'è stata sempre in tutti questi anni, anche in quelli più difficili; e se ne è sentita la presenza, come essenziale, da diverse componenti della società milanese, che l'hanno apprezzata anche per la indipendenza ed autonomia culturale.

Avrei voluto venire di persona a partecipare alla giusta celebrazione che avete dedicato al 70°, ma tra i Congressi dell'ANPI, gli impegni referendari e altre numerose incombenze, sono letteralmente sopraffatto; mi dispiace, così come mi dolgo di non riuscire più ad essere l'assiduo frequentatore che ero un tempo.

Voglio almeno mandare un mio saluto cordialissimo, un ringraziamento sincero per tutto ciò che avete fatto, state facendo e farete per il progresso culturale di questa città e dell'intero Paese e un affettuoso saluto a tutti: a te innanzi tutto, che da anni ne sei l'infaticabile animatore e ai tanti che prestano la loro fattiva ed apprezzata collaborazione.

Sono sicuro di poter esprimere tutto questo a nome dell'ANPI; ma aggiungo anche il mio personale saluto ed un fraterno augurio per il futuro, con un grande, amichevole, affettuoso abbraccio,

                                                                     

Carlo Smuraglia

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA

17 Marzo 2016